Veganismo e antispecismo

Essere vegani significa essere antispecisti?

Rifiutare lo specismo significa opporsi ai modi in cui gli animali non umani vengono discriminati ed essere vegani è molto importante, in quanto implica smettere di sfruttarli. Tuttavia, non è l’unica cosa che possiamo fare per loro. Non dovremmo solamente cercare di non sfruttare gli animali diventando vegani, ma anche provando a non discriminarli in altri modi. A volte ci sono vegani che si impegnano molto per aiutare gli esseri umani bisognosi, ma non hanno la stessa attitudine nei confronti degli animali non umani perché ritengono le persone più importanti: questo è un comportamento specista, seppure compatibile con il veganismo. La condizione degli animali non umani, infatti, dovrebbe interessarci anche se non siamo noi coloro che ne causano direttamente la sofferenza o la morte.

Lo specismo è diffuso nella nostra società e gli animali non umani sono vittime di ingiustizie anche quando non vengono sfruttati da noi. Gli animali selvatici, ad esempio, soffrono la fame e tra i molti mali che li affliggono, e che causano loro molta sofferenza e una morte prematura, ci sono anche malattie che si potrebbero prevenire. Da un punto di vista antispecista, noi tutti dovremmo preoccuparci della loro condizione. Rifiutare lo specismo significa non solo rifiutare di causare danno agli animali diventando vegani, ma anche cercare di aiutarli, quando possibile, riducendo la loro sofferenza e cercando di evitarne la morte prematura.

 

Quali teorie etiche supportano il veganismo?

Difendere l’importanza degli animali non umani e rifiutare lo specismo sono concetti promossi dalle principali teorie etiche. Diversi punti di vista morali discordano riguardo le ragioni per cui dovremmo comportarci in un modo piuttosto che in un altro. Tuttavia, tutti gli argomenti utilizzati giungono alla conclusione che dovremmo tenere in considerazione gli interessi di tutti gli esseri senzienti, questo perché le argomentazioni contro lo specismo non fanno riferimento a una teoria etica particolare. Puoi scoprire di più riguardo le differenti teorie etiche e le loro differenze in fatto di difesa degli interessi degli animali non umani nella nostra sezione sull’etica e gli animali.

 

Per poter promuovere il veganismo è necessario parlare dei vantaggi della dieta vegana per la nostra salute?

Alcune persone dubitano che la dieta vegana sia sana poiché le informazioni che lo dimostrano non sempre sono disponibili. Può essere utile enfatizzare il fatto che tutti coloro che decidono di rispettare gli animali e diventare vegani possono vivere una vita totalmente sana se seguono una dieta ben bilanciata. Tuttavia, ciò è diverso dall’affermare che si dovrebbe essere vegani perché questa dieta può essere più sana di una dieta normale, o dal supporre che ci sia bisogno di sottolineare i vantaggi che la dieta vegana offre.

Prima di tutto, non dobbiamo perdere di vista quanto sia importante cogliere ogni occasione di cui disponiamo per parlare in favore del rispetto per gli animali. Oltre a smettere di fare loro del male con la nostra alimentazione, ci sono altri modi attraverso i quali possiamo dare origine ad un cambiamento: possiamo parlare alle persone e dedicarci alla sensibilizzazione sull’argomento. È importante che sempre più persone cambino la loro attitudine nei confronti degli animali non umani, per questo disponiamo di motivazioni forti per opporci al loro sfruttamento e alla loro discriminazione.

Inoltre, vivere in modo più o meno salutare viene visto da molte persone come una scelta individuale e personale, ma fare del male e uccidere altri animali senzienti non dovrebbe essere visto come qualcosa che può essere giustificato dalle scelte personali. A volte i vegani sottolineano che scegliere di smettere di sfruttare gli animali può essere salutare, ma lo sarebbe soprattutto per gli animali coinvolti. Ciò significa che il veganismo è una scelta molto importante per la vita e per il benessere di molti animali. Mentre le nostre scelte a livello personale influenzano solo ciò che noi facciamo, la decisione di smettere di fare del male agli animali va ben oltre.

Infine, promuovere il veganismo per i suoi principi più sani potrebbe dare l’impressione che anche coloro che si preoccupano per gli animali non umani considerino i vantaggi di una particolare dieta più importanti di ciò che accade a queste creature.

Noi incoraggiamo tutti i difensori del veganismo a promuovere il bisogno di rispettare tutti gli esseri senzienti in quanto si tratta di una questione estremamente rilevante che non dovrebbe essere considerata secondaria a problemi non vitali per l’umano.

 

La promozione del veganismo deve essere relazionata con l’adottare un punto di vista ambientalista?

A volte si ritiene che promuovendo il veganismo si dovrebbero sottolineare alcune conseguenze dello sfruttamento animale nel nostro ambiente (in quanto l’allevamento degli animali per la produzione di alimenti implica l’uso di grandi quantità di cibo e acqua per nutrirli e, tra le altre cose, porta alla produzione di enormi quantità di rifiuti). Tuttavia, ci sono ragioni importanti per poter rifiutare l’idea che il veganismo dovrebbe essere relazionato con l’ambientalismo.

A volte si pensa che l’ambientalismo e la difesa degli animali siano collegati, ma sono due cose completamente diverse e possono avere conseguenze opposte. Se è vero che gli ambientalisti rifiutano alcune forme di sfruttamento, ciò non è vero per altre, come lo sfruttamento di piccoli animali quali gli invertebrati o l’allevamento organico, che implicano la loro morte e sofferenza. La caccia e la pesca sostenibili vengono totalmente accettate da diversi punti di vista ambientalisti. Per queste motivazioni, promuovere cambiamenti nella dieta per ragioni ambientaliste può portare a incoraggiare lo sfruttamento di alcuni animali piuttosto che altri.

Ciò avviene perché l’ambientalismo si preoccupa della conservazione di entità come gli ecosystems e le specie, non dei singoli esseri senzienti. Tuttavia, coloro che possono soffrire ed essere danneggiati quando vengono sfruttati sono i singoli animali.

Se ad avere importanza fosse ciò che accade alle specie o agli ecosistemi, sarebbe giustificato fare del male agli animali per poter conservare l’ambiente. In realtà è quanto hanno sostenuto molte organizzazioni ambientaliste, ad esempio quando hanno supportato la caccia di certi animali, come i cervi, perché la loro popolazione era considerata troppo grande, o quando hanno promosso la sperimentazione sugli animali per testare quanto alcuni agenti chimici fossero inquinanti. Ciò nonostante, se dissentiamo su questo punto è perché pensiamo che gli esseri senzienti dovrebbero essere rispettati e riteniamo che sia più importante della promozione di obiettivi di questo tipo. Va da sé che, dato che l’interesse per gli animali e quello per l’ambiente possono avere obiettivi e conseguenze che sono in conflitto tra loro, fare appello ai principi ambientalisti potrebbe essere un problema per chi promuove il veganismo.

 

Anche gli animali che vivono con me, come i cani e i gatti, possono essere vegani?

Sì, le diete vegane per cani e gatti sono nutrienti e salutari dato che offrono agli animali cibi bilanciati e completi dal punto di vista nutrizionale, preparati appositamente per colmare tutti i loro bisogni. Ciò di cui gli animali hanno necessità è il giusto apporto e la corretta combinazione di nutrienti e non di specifici tipi di cibo. Gli elementi nutritivi della carne, ad esempio, possono essere forniti agli animali come i cani e i gatti utilizzando prodotti che vengono ricavati da altre fonti. Molti marchi commerciali come Vegepet, V-dog, Benevo, Evolution e Amì offrono una varietà di cibo per cani e gatti che sta diventando sempre più popolare e alcune persone preparano per conto proprio il cibo vegano per i loro animali.

Per maggiori informazioni, puoi visitare questa pagina con spiegazioni dettagliate.

 

Ci sono altri modi in cui posso aiutare gli animali, oltre a diventare vegano?

Sì! Se vuoi fare la differenza per gli animali, puoi aiutare a diffondere informazioni riguardo lo specismo e il bisogno di rispettare tutti gli animali senzienti. Inoltre, non facendo del male agli animali possiamo incoraggiare anche altre persone a fare altrettanto. E poi, per aumentare l’impatto che puoi avere nel rendere il mondo un posto migliore, puoi anche lasciarti coinvolgere come volontario di un’organizzazione che difende i diritti di tutti gli esseri senzienti: puoi aiutare Animal Ethics o un’altra organizzazione che lavora per vedere la fine dello specismo.

Animal Ethics in altre lingue